Da ieri, mercoledì 1 febbraio, fino a domenica, Madrid si propone come capitale del pret-a-porter con le sfilate della Madrid Fashion Week, già nota come Pasarela Cibele. L’edizione 2012 si è aperta con la collezione dello stilista galiziano Roberto Verino, il quale quest’anno ha voluto ispirarsi al mondo artistico, intellettuale e boheme della New York degli anni ’70.

La nuova edizione prende il nome da Merchedez Benz, sponsor principale della sfilata, e durante questi cinque giorni le passerelle di Madrid presenteranno la prossima stagione autunno-inverno 2013.

La provocazione degli stilisti spagnoli di quest’ultima edizione ruota intorno ad un modello di donna forte, decisa e che espone il proprio fascino senza falsi pudori. Oltre a Roberto Verino, tra i 44 designer più interessanti troviamo nomi come Andres Sarda, Francis Montesinos, Hannibal Laguna, Devota&Lomba, Roberto Torretta o Agatha Ruiz de la Prada, i quali hanno deciso di puntare soprattutto sul voile e sui must spagnoli, come la mantilla, ma li stravolgono con capi intimi decisamente sensuali. Spacchi, trasparenze e scollature esagerate fanno da padroni sui capi in velo portati da donne dallo sguardo determinato e dedite ai piaceri della vita, ma mai volgari.

Novità di quest’anno sono le sfilate di Aristrocazy, durante le quali, per la prima volta nella storia del Madrid Fashion Week, una marca di gioielli salirà in passerella insieme al resto dei disegnatori.

This slideshow requires JavaScript.