Considerando le gelide temperature sotto lo zero di questo periodo, ecco un simpatico modo per “scaldare” le nostre città, la Guerrilla Crochet, ovvero l’arte di vestire e colorare elementi urbani con abiti ed installazioni di lana o stoffa. Crochet significa in inglese “lavorare all’uncinetto” ed è un vero e proprio movimento di protesta eco sostenibilile. Queste installazioni, totalmente removibili e non invasive, mirano ad educare alla positività, al gioco, all’amore per il bello e per ciò che ci circonda e ci appartiene in quanto cittadini del mondo. L’artista polacca Olek ha voluto dare nuovo significato agli oggetti con cui entriamo in contatto ogni giorno all’interno dell’ambiente urbano e si è data da fare per rivestire statue, marciapiedi ed oggetti di ogni tipo in varie città del mondo, ha addirittura rivestito il “Charging Bull” di Wall Street.