A marzo Valencia si colora di luci e spettacoli pirotecnici in occasione de Las Fallas!

Si celebrano tra il 15 el il 19 di marzo, anche se in realtà i festeggiamenti e i vari rituali tradizionali che corrono attorno all’evento hanno inizio già nei primi giorni di marzo. L’origine della festa risiede nell’antica abitudine dei falegnami, che con l’arrivo della primavera e la vigilia di San Josè, il loro patrono, mettevano in strada il legno eccedente e inutilizzato, che si era accumulato nelle loro officine nel corso di tutto l’anno. A quest’accumulo di legna veniva dato fuoco nel giorno si San Josè. Da allora i ninots, ovvero i fantocci di legno che vengono installati nei vari quartieri (barrios) della città, si sono fatti sempre più grandi e spettacolari, delle vere e proprie opere d’arte che necessitano di un anno intero di lavoro e parecchi milioni di euro per prendere vita. Questi impressionanti monumenti di cartapesta sono incentrati su una, due o tre figure gigantesche, che possono raggiungere un’altezza di venti metri, costruite dagli artisti falleros, sono delle rappresentazioni satiriche di temi dell’attualità sociale e politica.

A partire dal 15 marzo la “plantà”, ovvero la installazione, dei ninots sarà completata e fino al 19 sarà possibile ammirarli fra le varie piazze e crocevia della città.

Il culmine di queste celebrazioni ha luogo il 19 marzo con la “cremà”, quando tutti i monumenti della Fallas prendono fuoco tra la luce e i colori dei fuochi artificiali.

Oltre al concorso per eleggere la falla più bella, alcune commissioni fallere partecipano al concorso delle “strade illuminate” e quello delle “strade adornate”.

Il regolamento del concorso di illuminazione dice: “… potranno partecipare tutte le commissioni fallere che installino, almeno in due strade della loro demarcazione, portici, archi, ghirlande, insegne o qualsiasi altro elemento tendente a illuminare decorativamente le dette strade …”

Quest’anno i tagli economici dovuti alla crisi hanno fatto si che la capacità artistica nel decorare e illuminare le vie della propria Falla, con un quantitativo di lampade impressionante, sia unita alla capacità di diminuire i costi sostenuti per la creazione e consumo di energia. Nuove tecnologie hanno permesso alle due commissioni fallere di risparmiare nel consumo di elettricità e in conseguenza di gasolio (necessario per mantenere la fornitura di elettricità).

In questa edizione di Fallas 2012 il primo premio del “Concurso de Calles Iluminadas” dell’edizione di Fallas 2012 è stato consegnato alla “Falla Sueca-Literato Azorín”.

Di seguito i video dell’accensione di queste straordinarie illuminazioni!

 “Falla Sueca – Literato Azorín”

“Falla Cuba – Literato Azorín”

Se volete conoscere il programma dell’evento cliccate qui!

Prossimamente le foto dei ninots e della falla vincitrice dell’edizione 2012!