Milo Moiré è una artista performativa che sta facendo scalpore attraverso atti teatrali, allo stesso tempo ingenui e provocativi, nei quali porta in scena la sua nuditá. Laureata in psicologia ed interessata ai comportamenti sociali, attraverso le sue performance si concentra nella simbologia del corpo, mettendo in mostra le sue forme perfette. 

29806.594869410.1.375

La piú famosa delle sue performance è quella in cui si fa filmare mentre prende l’autobus, vestita solamente da “abiti concettuali”, ossia con i nomi dei vari indumenti scritti sulla pelle, con indosso solo un paio di tacchi a spillo ed una borsa. Cosí “vestita” si fa riprendere mentre acquista il biglietto, entra in autobus, si siede, scende, tutto sotto gli occhi sbigottiti dei passanti, rompendo in questo modo gli schemi del pudore borghese.

 

In un’altro video, “The Split Brain”, emerge da una coltre di neve, completamente nuda, dimenandosi come un essere demoniaco, una strega delle nevi sexy nascosta dietro una maschera dorata.

 

 

La sua ultima performance risale allo scorso 12 Aprile, durante l’Openingdi Art Cologne. All’ingresso della fiera si infilava delle uova ricolme di liquido colorato nella vagina e le faceva cadere su di una tela bianca, creando delle macchie di Rorschach. L’artista spiegò questo dripping uterino con queste parole: “Creo ed utilizzo la fonte originale della mia creativitá”.